Conto Formativo di Gruppo

Modalità di assegnazione momentaneamente sospesa

L’Anpal – Agenzia Nazionale Politiche attive del Lavoro – ente cui per legge il Ministero del Lavoro ha delegato la vigilanza e il controllo sui Fondi Interprofessionali ha, in data 23 ottobre 2017, emanato l’allegata lettera.

Per effetto di tale disposizione il Direttore in via cautelativa ha emanato l’allegata disposizione.

Tutti i titolari di Conti formativi di Gruppo saranno contattati per informazioni e chiarimenti.

Il Consiglio di Amministrazione nella riunione dell’8 novembre 2017 ha esaminato la questione ed ha emesso l’allegato comunicato.

Il Comunicato stampa del 17 novembre 2017 sui Conti Formativi di Gruppo.


 

Il Conto Formativo di Gruppo – CFG – incentiva lo sviluppo delle politiche formative comuni attraverso l’accentramento delle risorse presso centri decisionali che aggregano risorse, organizzano e gestiscono i finanziamenti messi a disposizione dal Fondo.

Il Conto Formativo di Gruppo consente a:

  • le imprese associate ad un Consorzio verso il Consorzio;
  • le società partecipate o controllate verso la Capogruppo;
  • le società cooperative socie di una società cooperativa di secondo livello verso quest’ultima;
  • le imprese aderenti ad un Gruppo Cooperativo Paritetico verso la capogruppo;
  • le imprese riunite in un contratto di rete verso la capogruppo;

di riunire i versamenti annui delle associate in un unico Conto Formativo.

La quota minima per costituire il CFG è 5.000 €.

Nel Conto Formativo di Gruppo le risorse sono cumulabili per tre anni.

Potete trovare le informazioni per accedere al CFG nelle pagine riferite all’anno di vigenza delle risorse: attualmente è aperto il CFG 2015.

 

  • Icona invia
  • Icona stampa
  • Icona allegati