CFG 2013

Per costituire un Conto Formativo di Gruppo è necessario seguire i riferimenti contenuti nel Regolamento e nelle Linee Guida Conto Formativo saldo risorse 2013.

L’attivazione del Conto Formativo di Gruppo è volontaria.

Le imprese devono comunicare per iscritto al Fondo:

  • la composizione del gruppo – le imprese associate che intendono, con esplicito mandato, conferire le proprie risorse nel CFG;
  • l’impresa che ha la titolarità del CFG.

utilizzando i fac-simili disponibili nel box documentazione: la lettera dell’impresa capogruppo, che richiede a Fon.Coop di costituire il CFG e la lettera delle imprese conferenti, che autorizzano Fon.Coop a far confluire le risorse da loro versate nel Conto di Gruppo.

Con l’attivazione del Conto Formativo di Gruppo le RPA già maturate delle imprese e i successivi versamenti vengono accreditati all’impresa titolare del CFG.

Il Conto Formativo di Gruppo sarà utilizzato dalla titolare per presentare uno o più piani formativi concordati a favore delle imprese conferenti anche in misura non direttamente rapportata alla RPA delle singole imprese.

Il Conto Formativo di Gruppo è una modalità diversa dal piano aggregato sottosoglia in quanto:

  • le risorse del CGF si possono cumulare per tre anni;
  • non c’è obbligo di presentare un piano del valore minimo di 5.000 euro nell’arco dell’anno;
  • le imprese interessate (titolare e conferenti) sono vincolate dalle regole contenute nel Regolamento per la gestione del Conto Formativo e delle Linee Guida Conto Formativo 2013 emesse da Fon.Coop sino all’esplicita disdetta.

Le regole per la presentazione, gestione e rendicontazione dei piani del CFG sono le stesse del CF 2013.

 

  • Icona invia
  • Icona stampa
  • Icona allegati