FAQ

  • Quesito del 09/03/2021 - Oggetto: imprese beneficiarie

     

    1. Rispetto agli Avvisi che saranno pubblicati nel 2021 sono alternativi o una impresa può partecipare a più Avvisi?
    2. Rispetto all’ Avviso 48 saranno esclusi i beneficiari di altri avvisi oltre al 45 e 46, ad esempio il 42?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    1. Come indicato nella delibera del Consiglio di Amministrazione del Fondo del 16 febbraio 2021 al punto b) “le imprese potranno ottenere l’eventuale contributo solo su uno dei tre Avvisi proposti.”.
    Pertanto non è possibile per una impresa beneficiare di un contributo sull’Avviso 47 e successivamente di uno a valere sui successivi Avvisi.
    Invece nel caso una impresa partecipi, ad esempio, all’Avviso 47 e non ottenga il contributo potrà decidere di partecipare ad un successivo Avviso.

    2. Rispetto all’Avviso 48 saranno escluse le beneficiarie degli Avvisi 45 e 46 nonché del 47. Non saranno escluse le beneficiarie di Avvisi precedenti.

     

  • Quesito dell'11/03/2021 - Oggetto: partecipanti attività formative

     

    Nell’ambito dell’Avviso 47 non è previsto un n° minimo di partecipanti per corso? Sono quindi possibili corsi individuali?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    Nell’ambito dell’Avviso 47 si conferma che non è previsto un numero minimo di partecipanti per singolo percorso formativo e pertanto possono essere previsti corsi individuali.

     

  • Quesito del 15/03/2021 - Oggetto: destinatari

     

    Di seguito due domande relative ai destinatari:
    1. nuova occupazione giovanile: per “giovane” quale limite di età va considerato?

    2. tra i destinatari vengono indicati i disoccupati purchè vengano assunti dall’azienda entro la rendicontazione: ci sono indicazioni circa le tipologie di contratto ammessi?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    1. Nell’Ambito dell’Avviso 47 per “giovane” si intende una persona fino a 40 anni di età come riportato nel capito 1.3 del Manuale di gestione.

    2. I disoccupati destinatari di percorsi formativi nei piani dell’Avviso 47 dovranno risultare assunti dall’azienda beneficiaria entro la rendicontazione con contratto di lavoro dipendente come riportato al capito 4 dell’Avviso. Il contratto di lavoro dipendente può essere tra le tipologie previste al capito 1.3 del Manuale di gestione.

     

  • Quesito del 15/03/2021 - Oggetto: impresa beneficiaria

     

    Una azienda che sta beneficiando di un piano sull’avviso 42 o 43 può partecipare all’avviso 47?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    Sì, una impresa beneficiaria di un piano su Avviso 42 o 43 anche nel caso sia ancora in corso di realizzazione può partecipare all’Avviso 47.

     

  • Quesito del 15/03/2021 - Oggetto: Fondo Nuove Competenze

     

    Un ente di formazione ha redatto un progetto formativo per una cordata di cooperative; il piano è stato inserito nell’accordo sindacale alla base della suddetta partecipazione e l’ente di formazione erogherà la formazione delle ore rimodulate dei dipendenti coinvolti; il piano è stato già presentato con istanza cumulativa al Fondo Nuove Competenze dell’ANPAL.
    È necessario che proceda l’ente di formazione, ovvero chi ha redatto il piano formativo inviato ad Anpal, alla presentazione del piano a valere sull’Avviso 47 oppure ogni singola cooperativa deve farlo in modo individuale?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    I piani formativi dell’Avviso 47 di Fon.Coop possono essere oggetto di oggetto di contributo a valere sul Fondo Nuove Competenze (Anpal) come specificato al capitolo 2 dell’Avviso.
    Al capitolo 3 l’Avviso indica tutti i soggetti che possono presentare richiesta di contributo.
    Non vi sono particolari disposizioni che impongano che lo stesso soggetto che ha presentato la domanda di contributo a valere sul Fondo Nuove Competenza sia il soggetto proponente del piano formativo a valere sull’Avviso 47.

    Se le attività formative previste sono di tipo interaziendale e collegate tra loro la domanda di contributo può essere presentata dall’ente di formazione (se accreditato presso una Regione o presso Fon.Coop) o in alternativa da un’ATI/ATS, anche costituenda, di imprese beneficiarie.

     

  • Quesito del 16/03/2021 - Oggetto: Attività formative

     

    Nell’ambito dell’Avviso in oggetto il docente di un percorso formativo, potrebbe essere individuato tra i dipendenti dell’impresa che eroga la formazione, qualora quest’ultimo abbia le competenze per formare gli altri dipendenti?

     

    Chiarimenti del 22/03/2021

     

    Si conferma che nell’ambito dell’Avviso 47 è possibile affidare la docenza di un percorso formativo o parte di esso a personale interno (dipendente) dell’impresa beneficiaria. Il costo del dipendente dovrà essere rendicontato in base al costo effettivo da busta paga.

     

  • Quesito del 18/03/2021 - Oggetto: impresa beneficiaria

     

    Un’impresa sottosoglia sceglie il canale Fondo di Rotazione, partecipa all’Avviso 47 e ottiene il contributo perde 3 annualità di conto formativo? Quindi fino al 2024 non potrà utilizzare il Conto Formativo?

     

    Chiarimenti al quesito del 22/03/2021

     

    Come indicato al capitolo 5.1 del Regolamento di gestione del Conto formativo “…tutte le imprese, ad esclusione delle sole “neoaderenti”, che risultano beneficiarie di un contributo a valere sull’Avviso del Fondo di Rotazione perderanno le RPA di tre anni (presenti o future)”.
    Un’impresa sottosoglia che, avendo scelto il canale Fondo di Rotazione, partecipa all’Avviso 47 e ottiene il contributo perde le annualità di risorse 2019, 2020 e 2021. Se non partecipa e ottiene contributi su altri Avvisi del Fondo di Rotazione nel 2024 potrà avere a disposizione le risorse del Conto Formativo del 2022.

     

  • Quesito del 23/03/2021 - Oggetto: attività formativa, impresa beneficiaria, obiettivo specifico

     

    1. E’ possibile prevedere formazione one-to-one?
    2. Rispetto alla priorità “Impresa aderente dalla data di pubblicazione del presente avviso”, per la quale sono previsti da 0 a 2 punti, si deve intendere che i 2 punti siano assegnati se l’impresa risulta già aderente al momento della pubblicazione dell’avviso? Se un’azienda aderisce dopo la pubblicazione del bando riceve i 2 punti?
    3. Per quanto riguarda l’obiettivo specifico “Promuovere percorsi individuali e di gruppo sulle competenze identitarie dell’impresa cooperativa finalizzati alla creazione di nuove imprese: operazioni di workers buyout, startup cooperative, percorsi di spin-off, ecc..”, la formazione per startup o spin-off deve essere rivolta ad imprese già costituite oppure si può fare formazione anche a lavoratori che stanno prevedendo di creare una nuova cooperativa in coerenza con strategie aziendali di sviluppo? Nel caso di nuove imprese, è previsto un limite temporale entro cui si possono considerare nuove? Ad esempio una workers buyout costituita da 3 anni che abbia bisogno di competenze per la governance cooperativa, può partecipare?

     

    Chiarimenti al quesito del 30/03/2021

     

    1. L’Avviso non indica un numero minimo di destinatari per percorso formativo pertanto è consentito realizzare percorsi individualizzati (one to one).

    2. Rispetto all’item “Impresa aderente dalla data di pubblicazione del presente Avviso”, per la quale sono previsti da 0 a 2 punti nella griglia di valutazione, si deve intendere che i 2 punti siano assegnati se l’impresa ha una data di adesione a Fon.Coop ricompresa nel periodo che va dalla data di pubblicazione dell’Avviso (quindi 8/03/2021) alla data di presentazione del piano. Quindi si vuole premiare l’impresa che ha aderito a seguito dell’Avviso. Si ricorda che come previsto al primo comma del capito 4 dell’Avviso che il “…il Fondo si riserva di verificare che l’adesione relativa alla matricola Inps o posizione dmag interessata dal piano sia confermata dal data base Inps pena la revoca del contributo”.

    3. Per quanto riguarda l’obiettivo specifico relativo allo sviluppo di competenze identitarie dell’impresa cooperativa il Fondo intente sostenere e promuovere in senso ampio il modello cooperativo portatore di valori per una economia sana e inclusiva, capace di generare nuova occupazione, lavoro di qualità e coesione sociale. Non si vuole sostenere solo la fase realizzativa dell’operazione formale di workers buy out, spin off etc…ma accompagnare e sostenere l’intero processo quindi le fasi precedenti e quelle successive.
    Sono pertanto ricompresi nell’obiettivo tutti quei percorsi e quelle competenze (imprenditoriali, manageriali, gestionali e tecnico specialistiche) che vanno in questa direzione. Destinatarie possono essere imprese cooperative già costituite, in corso di costituzione o che lo prevedono come strategia di possibile sviluppo. Sono altresì compresi percorsi di rafforzamento delle competenze distintive e dei valori del modello cooperativo.

     

     

  • Quesito del 23/03/2021 – Oggetto: attività formative

     

    È possibile inserire nel piano un percorso formativo per Team Building modalità outdoor?

     

    Risposta al quesito del 30 marzo 2021

     

    Si, è possibile. Si specifica che nel campo modalità formativa del formulario on line va selezionata “aula” (intendendo quindi gruppo in presenza) ma va specificato nella parte descrittiva l’effettiva modalità di erogazione.

     

  • Quesito del 24/03/2021 – Oggetto: Fondo Nuove Competenze

     

    Se una cooperativa ha avuto l’approvazione di Anpal del piano formativo sul Fondo Nuove Competenze può presentare la domanda di contributo a valere sull’Avviso 47 subito e avviare una procedura di avvio sotto responsabilità delle attività? Quando avrà l’esito della domanda di contributo da parte di Fon.Coop?

     

    Risposta al quesito del 30/03/2021

     

    Si, è possibile. L’impresa deve completare la validazione del formulario e la presentazione del piano secondo la procedura prevista dall’Avviso ed effettuare la richiesta di avvio anticipato delle attività sotto responsabilità come indicato al capitolo 1.8 del Manuale di Gestione. Resta inteso che nel caso di non approvazione del piano il soggetto richiedente non potrà avanzare alcuna richiesta di rimborso al Fondo dei costi eventualmente sostenuti.
    Come previsto al capitolo 12 dell’Avviso gli esiti definitivi della procedura con relative graduatorie saranno pubblicati entro “60 giorni solari dal termine ultimo per la presentazione dei piani” che è fissato al 4 giugno 2021.

     

  • Quesito del 26/03 2021 – Oggetto: Fondo Nuove Competenze

     

    Per un’azienda che ha presentato un progetto ad Anpal su Fondo Nuove competenze ed ha ricevuto l’approvazione:

    • è possibile presentare lo stesso progetto nell’avviso 47?
    • è possibile presentarne solo una parte?
    • è necessario integrare il progetto con ulteriori moduli formativi che riprendano quanto richiesto dall’avviso?

    Chiarimento al quesito del 13/04/2021

     

    Se un’impresa ha già presentato istanza per un piano formativo sul Fondo Nuove Competenze gestito da Anpal e ne ha ottenuto l’approvazione:

    • può presentare il medesimo piano formativo anche a valere sull’Avviso 47 di Fon.Coop procedendo con la presentazione nei termini e nelle modalità previsti per qualsiasi concorrente;
    • può decidere di ricomprendere nel piano formativo da presentare sull’Avviso 47 solo alcuni dei percorsi formativi previsti nel progetto presentato su FNC di Anpal;
    • non vi è un obbligo di integrare il piano formativo con ulteriori percorsi formativi in relazione agli obiettivi ma può essere utile ad una migliore valutazione del piano considerando che comunque l’Avviso è una procedura concorsuale comparativa.
  • Quesito del 29/03/2021 – Oggetto: Impresa beneficiaria

     

    Un’azienda beneficiaria di un avviso 42 ancora in gestione può presentare un piano sul nuovo avviso 47?

     

    Chiarimenti al quesito del 13/04/2021

     

    Sì, le imprese beneficiarie dell’Avviso 42 Strategico “TERZO SETTORE” non sono escluse dalla partecipazione all’Avviso 47 ed infatti non sono citate nel capitolo 4 dell’Avviso.

     

  • Quesito del 29/03/2021 – Oggetto: Obiettivi specifici

     

    Rispetto all’item della griglia di valutazione relativo alla “Presenza di percorsi di apprendimento intergenerazionale per nuova occupazione giovanile” saranno considerati solo se i percorsi previsti sono destinati a disoccupati o inoccupati?

     

    Chiarimenti al quesito del 13/04/2021

     

    L’Avviso ha come obiettivo specifico quello di sostenere l’inserimento lavorativo di nuove professionalità anche attraverso l’apprendimento intergenerazionale e promuovere quindi la nuova occupazione giovanile; l’item di valutazione della griglia non deve tenere conto solo di percorsi formativi rivolti a persone ancora da assumere (disoccupati o inoccupati); questa rappresenta un’agevolazione per l’impresa beneficiaria che può formare il soggetto ancor prima di assumerlo effettivamente e prima che entri formalmente in organico. Non vanno però escluse tutte quelle iniziative formative rivolte ai giovani (fino a 40 anni come previsto dal Manuale di gestione) neo assunti (anche prima della presentazione o realizzazione del piano).

    Sono altresì ricompresi percorsi di apprendimento intergenerazionale che siano rivolti a giovani lavoratori già presenti in azienda e che possono rafforzare la loro posizione, ruolo, responsabilità e mansioni.

     

  • Quesito del 29/03/2021 – Oggetto: Obiettivi specifici

     

    Rispetto agli item della griglia di valutazione relativi alla “Valorizzazione degli obiettivi specifici dell’Avviso” i punteggi saranno ricompresi in un range da 0 a 4 oppure saranno assegnati sono i due punteggi estremi (0 e 4)?

    Come sarà attribuito il punteggio?

     

    Chiarimenti al quesito del 13/04/2021

     

    Il punteggio dei singoli item di valutazione ricompresi nell’indicatore “Valorizzazione degli obiettivi specifici dell’Avviso” sarà assegnato in base ad una valutazione di merito di quanto previsto nello specifico piano e dello sviluppo delle iniziative, delle finalità e della coerenza.

    Il punteggio sarà ricompreso in un range che va da 0 ad un massimo di 4 punti.

     

  • Quesito del 30/03/2021 – Oggetto: Imprese beneficiarie/premialità

     

    Se in un piano presentato sull’Avviso 47 ci sono 4 imprese beneficiarie di cui:

    • 1 è aderente entro il 31/12/2015 e non ha mai revocato;
    • 1 è aderente alla data di pubblicazione dell’avviso;
    • 2 che non rientrano nelle casistiche di cui sopra;

    si ottengono i punteggi previsti per la premialità delle imprese beneficiarie?

     

    Chiarimenti al quesito del 13/04/2021

     

    Sì, il piano otterrà 4 punti nella griglia di valutazione automatica nell’item “Impresa beneficiaria” in quanto come previsto dal capitolo 1 “Per i piani pluriaziendali almeno in 20% delle imprese beneficiarie devono essere nella condizione descritta…”.

    Nel caso specifico il 25% delle imprese rientrano nella condizione di impresa aderente entro il 2015 e non aver effettuato revoche e un altro 25% rientra nella condizione di aver aderito a partire dalla data di pubblicazione dell’Avviso.

     

  • Icona invia
  • Icona stampa
  • Icona allegati